K-Way

È un giorno di pioggia del 1965, a Parigi. Leon Claude Duhamel, osservando i passanti per strada, pensa ad una soluzione possibile per ovviare all’inconveniente del bagnarsi.

Qualche tempo dopo lancia una linea di jacket impermeabili e traspiranti, a marchio K-Way, che presto diventa una parola icona conosciuta e usata nel mondo per indicare la tipologia di prodotto ideata.

I capi K-Way sono realizzati con nylon speciale che non si sgualcisce, occupano pochissimo spazio e possono essere riposti nella propria tasca, che diventa una sacca pratica con cintura stretch da portare ovunque, comodamente.

La praticità dei capi K-Way è estrema: sono dotati di cappuccio, tasche, bottoni o zip termosaldate. Oggi K-Way è presente sul mercato sia con modelli classici che con capi dalla vestibilità slim, altrettanto pratici e funzionali. La gamma di colori è varia e vivace, per affrontare la pioggia e il freddo con funzionalità e stile.

I commenti sono chiusi